I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie.

 Apertura e aggiornamento delle graduatorie III fascia Personale ATA
(D.M. n. 640 – 30.08.2017)
Precisazioni relative ai punteggi attribuiti alle certificazioni informatiche


Gentile utente,
oggetto della presente nota sono le tabelle di valutazione dei titoli relative alle graduatorie di circolo e di istituto per le supplenze delle varie figure ATA di cui al recente Decreto Ministeriale per la “Indizione della procedura di aggiornamento della terza fascia delle graduatorie di circolo e di istituto ATA –Triennio scolastico 2017-19” Prot. 640 del 30/08/2017.

Per la precisione ci si riferisce agli allegati in esso contenuti ed identificati con:

  • Allegato A/1 – Sezione A: Titoli di Cultura – Comma 6): Certificazioni informatiche e digitali;
  • Allegato A/2 – Sezione A: Titoli di Cultura – Comma 4): Certificazioni informatiche e digitali;
  • Allegato A/3 – Sezione A: Titoli di Cultura – Comma 4): Certificazioni informatiche e digitali;
  • Allegato A/4 – Sezione A: Titoli di Cultura – Comma 4): Certificazioni informatiche e digitali;
  • Allegato A/5 – Sezione A: Titoli di Cultura – Comma 3): Certificazioni informatiche e digitali.

Ordunque, dall’analisi delle tabelle sopraelencate risulta evidente che i punteggi attribuiti dal Ministero alle certificazioni informatiche e digitali sono stati tutti dimezzati rispetto all’equivalente D.M. Prot. 716 del 05/09/2017 relativo all’aggiornamento della terza fascia per il triennio 2014-2016; esattamente come è accaduto per il D.M. Prot. 374 del 01/06/2017, relativo alle graduatorie del personale docente di II e III fascia per il triennio 2017-2019, che ha dimezzato i punteggi attribuiti ai titoli informatici ed a quelli linguistici rispetto al bando relativo al triennio precedente.

A tal proposito, questo Ente, in qualità sia di Test center AICA per le Certificazioni ECDL che di Ei-Center Certipass per tutte le Certificazioni EIPASS, a fronte di un naturale scoramento derivante proprio dall’idea di dover affrontare una spesa per meno di un punto (0,60 al massimo e non per tutti i profili) desidera informare la propria utenza ed evidenziare i seguenti due aspetti:

1 - I candidati che si iscriveranno per la prima volta quest’anno nelle graduatorie oggetto della presente nota o che aggiungeranno per la prima volta una certificazione informatica tra quelle riconosciute saranno tutti nella stessa situazione di punteggio, qualunque esso sia: che sia 0,60 o qualsiasi altro valore, chiunque acquisisce un titolo informatico incrementa il proprio punteggio complessivo all’interno di una graduatoria dove, così come ha dimostrato la storia recente, si possono scalare diverse posizioni anche con pochi centesimi di punto in più.
2 - È cosa certa, in quanto già accaduto per le recenti graduatorie di II e III fascia del personale docente, che tutti i candidati già inseriti in graduatoria nel precedente triennio e che hanno presentato certificazioni informatiche, per ovvi motivi di par condicio, vedranno automaticamente ridursi il proprio punteggio delle medesime certificazioni nel rispetto dei massimali imposti da queste nuove tabelle in modo tale che il sistema complessivo sia riallineato affinché non provochi disuniformità tra gli iscritti nelle graduatorie dei due trienni.
Da un punto di vista pratico, prettamente matematico, questo secondo aspetto, in un certo modo, avvantaggia proprio coloro che fanno richiesta di inserimento per la prima volta e/o presentano un certificato informatico per la prima volta. Ad esempio: chi si iscrive per la prima volta per il personale amministrativo e presenta il certificato ECDL SPECIALISED, è come se in realtà acquisisse 1,20 punti rispetto ai candidati già iscritti: a conti fatti, il neoiscritto guadagna punti 0,60 secondo le nuove tabelle ed in più, nei confronti di coloro già inseriti in graduatoria, altri 0,60 derivanti dalla decurtazione automatica che la piattaforma applicherà per i motivi sopra esposti.

Le precisazioni di cui sopra si sono rese doverose per ovvi motivi di chiarezza interpretativa.

Certi di aver fatto cosa gradita, questo Ente resta a disposizione per ulteriori chiarimenti in merito alle certificazioni informatiche e per ogni altra necessità o richiesta da parte della spettabile clientela.